HAI LA BARBA? SONO GUAI IN CASO DI PROCESSO, ECCO PERCHÉ

Va tremendamente di moda. Eppure nel caso in cui si sia coinvolto in una causa penale si rischia di finire nei guai proprio a causa sua. Di cosa stiamo parlando? Della barba. Si perché una ricerca condotta dalla Montclair State University ha fatto emergere che questa caratteristica del volto maschile scatena pregiudizi assurdi. I ricercatori della università americana hanno chiesto a 63 soggetti coinvolti nell’indagine di scegliere tra due foto chi fosse l’imputato per un caso di stupro e quello per una banale causa domestica. Bene. Il 78% del campione ha indicato lo stupratore come il soggetto con la barba, nonostante in realtà la foto fosse della stessa persona con o senza la peluria sul volto. Un secondo esperimento ha coinvolto 371 persone cui è stato chiesto di disegnare la faccia di un criminale e ben l’82% l’ha fatta con la barba. Sarà un caso. Secondo i ricercatori no. Nella mente di tante persone e quindi anche di componenti di collegi penali insorge una strana associazione tra barba e colpevoli di reati.

Fonte: Leggo

2/5/2016