#Soldi – Arriva l’Eurotariffa, per tutti i cellulari di qualsiasi gestore

Il Parlamento Ue ha approvato l’abolizione a partire da giugno 2017 delle tariffe roaming per l’uso dei cellulari dall’estero. Dal 15 giugno 2017 gli utenti dei telefoni cellulari pagheranno lo stesso prezzo del loro Paese d’origine per chiamate, messaggi e dati, in qualsiasi Paese europeo si trovino. Ma già dal 1° maggio ci sono delle novità, con riduzioni sui prezzi a cui tutti gli operatori dovranno adeguarsi. Così cambia l’Eurotariffa a partire dal 1 maggio.

EUROTARIFFA – L’Eurotariffa è un piano di tariffazione internazionale che tutti gli operatori devono rispettare e che sancisce i costi massimi del roaming all’interno dei paesi europei. Quando viaggiamo all’estero le nostre SIM si appoggiano agli operatori del paese in cui ci troviamo, i quali applicano dei costi ai nostri gestori, che si riflettono quindi sulle nostre spese.

L’Eurotariffa stabilisce proprio quali sono i sovrapprezzi massimi sulla tariffa base che gli operatori possono applicare sui clienti.
A partire dal 1 maggio 2016, questi costi si ridurranno notevolmente, e i prezzi massimi applicabili saranno i seguenti:

Chiamate in uscita (al minuto): tariffa nazionale + fino a 0,05€
Chiamate in entrata (al minuto): tariffa nazionale + fino a 0,01€
Messaggi in uscita (per SMS): tariffa nazionale + fino a 0,02€

Collegamento internet (per MB): tariffa nazionale + fino a 0,05€
I prezzi riportati, presenti sul sito ufficiale dell’Unione Europea, sono IVA esclusa: applicando l’IVA al 22% abbiamo i sovrapprezzi di 6,10 centesimi di euro per ogni minuto di chiamata in uscita e MB, 1,22 centesimi di euro per ogni minuto di chiamata in entrata e 2,44 centesimi di euro per ogni SMS in uscita.