LE GEMELLINE SIAMESI UNITE PER LA TESTA: POI LA SCOPERTA CHOC

Due gemelle siamesi attaccate per la testa saranno presto separate, grazie a un’operazione chirurgica che cambierà loro la vita. Le sorelline, Nadira Alifa Putri e Nadiba Aisyah Putri, sono nate quattro mesi fa e condividono il cranio ma non il cervello. Hanno anche un’altra gemella, che però è nata separata. I genitori, entrambi trentenni, sperano che l’operazione possa consentire alle figlie di vivere una vita normale.

“I dottori erano scioccati alla nascita quando hanno realizzato che si trattava di tre gemelle e due erano siamesi”, ha raccontato il padre, che ha detto di essere “felice che tutte le figlie sono in salute”, ma adesso attende con ansia la separazione perché “è davvero difficile vedere così”, sia per lui che per la moglie.

La madre delle bambine ha detto che nonostante dividano il cranio, le piccole hanno caratteri totalmente diversi: “Ognuna di loro ha una sua personalità. Sono troppo giovani per prendere decisioni ma sanno quello che vogliono in ogni momento”. Per questo motivo, l’operazione di separazione “è un passo che va fatto.

Quando una dorme, l’altra vuole giocare, è confusionario per loro”. Le gemelle sono state portate al Cipto Mangunkusumo Hospital in Jakarta. Ma i dottori hanno chiesto ai genitori di aspettare almeno finché le bambine non avessero preso un po’ di peso, almeno 10 chilogrammi, prima di operarle e separarle. La madre sperava di poter agire subito: “Speriamo che prendano peso nei prossimi sei o otto mesi”.

I precedenti