Turchia, spari al direttore del quotidiano Cumhuriyet

Il giornalista turco Can Dundar è sfuggito a un attentato di fronte al tribunale di Istanbul, dove è in corso un processo nei suoi confronti, accusato di spionaggio, minaccia alla sicurezza dello Stato e sostegno a gruppi terroristici

Acque sempre più agitate in Turchia. Due colpi di pistola sono stati esplosi contro Can Dundar, direttore del quotidiano di opposizione Cumhuriyet, davanti al tribunale di Istanbul dove si è tenuta la quarta udienza del processo a suo carico per spionaggio, minaccia alla sicurezza dello Stato e sostegno a gruppi terroristici armati.

Il giornalista è finito nel mirino della giustizia turca dopo che ha documentato il passaggio di tir dei servizi segreti turchi carichi di armi, attraverso il confine siriano. Dundar, insieme a Erdem Gul – rispettivamente direttore e capo dell’ufficio di Ankara dello stesso quotidiano – in caso di condanna rischiano l’ergastolo.

Come riferito dal sito del quotidiano Hurriyet, Dundar è rimasto illeso, mentre un reporter dell’emittente Ntv, Yagiz Senkal, è rimasto ferito a una gamba.

L’attentatore ha sparato due colpi urlando “traditore” verso il direttore del quotidiano. “È venuto deciso verso di me, ho capito che voleva assalirmi”, ha raccontato Dundar dopo che la polizia ha arrestato l’attentatore. “Sto bene – ha scritto su Twitter Dundar -. I responsabili sono quelli che mi hanno reso un obiettivo”.