Punto da un ragno, necrosi alla mano. Ora rischia di perdere un dito

Una passeggiata su un dolce sentiero dei Colli Berici, qualcosa gli si attacca a un dito, sembra un insetto, scuote la mano per cercare di liberarsene, ma quella cosa lo punge, come lo sfiorasse una piuma. Solo un piccolo prurito. Non sente male, sembra niente. Torna a casa, e il dito si gonfia in modo spropositato, poi diventa bluastro, nero, e adesso comincia a fare male. Sempre di più. Corre in pronto soccorso al San Bortolo.

Il gonfiore è sospetto, anche il colore sempre più scuro fa temere qualcosa di pericoloso. I medici lo mandano in chirurgia plastica. Lo accoglie il dottor Giovanni Du Jardin, che a vedere quel dito che sembra un pallone non ha dubbi. È il morso di un ragno velenoso. E può essere fatale. Il dito sta andando in necrosi e il malcapitato rischia di perdere il dito medio della mano destra. È la brutta disavventura occorsa a un uomo di 41 anni che abita a Montecchio Maggiore.

Du Jardin individua presto anche il ragno bucolico responsabile di un morso che può menomare per sempre

Fonte: Giornale di Vicenza
7 Maggio 2016