Blitz nel laboratorio dei clandestini. Un cinese fugge e cade nel canale

Quando hanno visto i carabinieri arrivare, hanno tentato di scappare, ma uno è caduto nel canale sul retro dell’azienda, dove fra l’altro erano presenti altri militari. E così i controlli hanno potuto appurare che i due cinesi, clandestini, lavoravano in nero nel grosso laboratorio tessile “Confezioni Idea”, in piazzale Riello, gestito da un loro connazionale, che produce anche per noti marchi di moda italiani. In tutto 19 gli operai trovati all’interno dell’azienda, dove erano presenti anche cinque bambini di età compresa fra uno e 11 anni.

Fonte: Il Gazzettino

8/5/2016