BIAGIO ANTONACCI: NOTIZIA TREMENDA. 1 ANNO E 6 MESI DI CARCERE

Chiesti un anno e sei mesi di carcere per Biagio Antonacci. Il cantante è accusato di aver evaso 3,5 milioni di euro di imposte tra il 2004 e il 2008. L’inchiesta era nata da una verifica fiscale delle Fiamme gialle nel giugno del 2008 a seguito della quale l’artista, nel 2012, aveva regolarizzato la sua posizione con l’Agenzia delle Entrate.

A rinviarlo a giudizio con citazione diretta per il reato di infedele dichiarazione era stato il pm Carlo Nocerino, ora procuratore aggiunto a Brescia. Secondo la ricostruzione di Guardia di Finanza e Procura, Antonacci si sarebbe servito dell’interposizione di tre società (Iris, Basta edizioni musicali eForum Vision) per pagare meno tasse al fisco italiano.

Attraverso le tre società al centro della presunta evasione fiscale che gli contesta la Procura di Milano, Biagio Antonacci avrebbe pagato anche sue “spese personali”, come il “noleggio di un gommone” e il “quadriciclo elettrico per la sua casa di Bologna“. Dopo il 2007 il cantautore si è legato artisticamente alla Sony per tre album che sarebbero stati poi composti nel tempo.