FA SESSO COL SUO CANE, POI LA SCOPERTA CHOC SUL CELLULARE

Di Jenna Driscroll avevamo già scritto qualche tempo fa. La donna, 28 anni, era accusata di maltrattamento su animali dopo che la polizia aveva trovato sul suo telefono cellulare dei video in cui faceva sesso con un cane di razza pitbull nella sua casa a Brisbane, in Australia. La novità è che la ragazza dovrà affrontare un processo per quelle imputazioni.

Gli inquirenti stanno inoltre cercando di capire se vi siano i presupposti per l’accusa di traffico di droga nei confronti della Driscoll. All’epoca dei fatti, quando la ragazza aveva 26 anni, sul telefono dell’imputata erano stati trovati 3 video espliciti di lei che compie atti sessuali con un pitbull.

Gli agenti però nei messaggi di testo hanno anche individuato un chiaro riferimento ad un vendita di droga che avrebbe coinvolto in prima persona la Driscoll.

“E’ una cosa davvero inaspettata e insolito” ha detto Mark Towend, leader Queensland della RSPCA, l’ente di beneficenza che opera nei paesi anglosassoni e che promuove il benessere degli animali. “La RSPCA sta indagano anche personalmente per capire se un animale abbia davvero subito le accuse di cui si parla” ha aggiunto. Non è stata ancora fissata una data per il processo che vede coinvolta la donna.

I precedenti di zooerastia nel mondo e in Italia
I casi di uomini che fanno sesso con gli animali sono sempre più numerosi. Lo scorso ottobre Billy Taylor, giovane residente in Florida, negli Usa, aveva avuto un rapporto con il suo cucciolo di cane e l’aveva filmato col suo smartphone, inviandone il video per e-mail alla ex fidanzata per farle un dispetto.