Arriva il trapianto di pene: il paziente si risveglia con una (grossa) sorpresa dopo l’operazione…

Arriva il trapianto di pene: il paziente si risveglia con una (grossa) sorpresa dopo l’operazione…

L’intervento, eseguito su un uomo al quale l’organo era stato asportato a causa di un cancro, fa parte di un programma sperimentale avviato per i reduci di guerra con ferite nella zona pelvica. Il chirurgo: “Navighiamo in acque inesplorate, ma pensiamo che nel giro di poche settimane possa riprendere a urinare e anche ad avere rapporti sessuali”

E’ stato eseguito a Boston il primo trapianto di pene negli Stati Uniti. Un uomo che si era visto asportare l’organo a causa di un tumore è stato operato al Massachusetts General Hospital di Boston con un intervento senza precedenti negli Usa. La delicata operazione a cui è stato sottoposto Thomas Manning, 64 anni, bancario di Halifax, è durata quindici ore ed è stata eseguita a cavallo tra l8 e il 9 maggio.

Ieri il paziente ha parlato con un giornalista del New York Times: “Voglio tornare come ero prima”, ha detto Manning sabato, nel corso dell’intervista. Era seduto nella sua camera d’ospedale e si era alzato dal letto per la prima volta dall’operazione.

Manning ha raccontato di stare bene e di non aver sentito dolore. “Siamo cautamente ottimisti. Stiamo navigando in acque mai esplorate prima”, ha spiegato Curtis L.Cetrulo, chirurgo plastico che ha portato a termine il trapianto.

Questo tipo di chirurgia è sperimentale e fa parte di un programma che ha come scopo di aiutare i veterani di guerra che hanno riportato lesioni pelviche, ma anche pazienti con cancro.