Grossi guai per Massimo Giletti: finisce in Tribunale, tutta colpa di quelle (gravi) parole… Ecco cosa ha fatto

Grossi guai per Massimo Giletti: finisce in Tribunale, tutta colpa di quelle (gravi) parole… Ecco cosa ha fatto

Finisce in tribunale il caso di omonimia che ha coinvolto Giuseppe Campanella, forestale di Pioppo, frazione di Monreale (Palermo), e Massimo Giletti. Non è bastato neppure il chiarimento in diretta tv di ieri del conduttore de ‘l’Arena’ per convincere i familiari di Campanella a ritirare una querela presentata nei confronti di Giletti e dei vertici della Rai per diffamazione aggravata.

Nella puntata andata in onda il 3 aprile scorso, infatti, Giletti aveva indicato l’operatore forestale come esponente di una famiglia mafiosa del palermitano. Nella querela i Campanella hanno dimostrato, certificati penali alla mano, di essere tutti incensurati e di non essere mai stati coinvolti in indagini per reati di mafia o altro.

“Ho ricevuto nuovamente mandato – ha detto Salvino Caputo, legale della famiglia Campanella – nonostante le scuse del Giletti di proseguire nelle attività processuali. Le scuse del conduttore, oltre che tardive e a non rappresentare alcun esimente dal punto di vista della responsabilità penale,