RAFFAELA, 20 ANNI, ENNESIMA MORTE SUI BINARI. E’ ALLARME SOCIALE

Raffaela Ascione aveva solo 20 anni. La sua vita è stata interrotta da un treno che l’ha investita, perché lei era in un posto in cui non doveva essere: sui binari. E’ l’ennesima giovane che muore attraversando i binari nei pressi di una stazione ferroviaria. In questi ultimi giorni, si è verificata una vera e propria escalation di questo tipo. Meno di un mese fa una ragazzina che ascoltava musica con le cuffiette e attraversava distrattamente i binari è stata travolta da un Frecciarossa, a Milano. Pochi giorni prima, sempre sulla tratta Milano-Pavia, un diciassettenne aveva deciso di farla finita così, facendosi investire da un treno. Nell’ultimo mese altri episodi di questo tipo: una persona è morta investita da un treno nel tentativo di salvare il proprio cane, un writer invece è stato travolto e ucciso da un convoglio in arrivo mentre lui era intento a dare sfogo alla propria vena artistica. Fino a quest’ultima tragedia: Raffaella attraversava i binari a Casalnuovo di Napoli, con una sua amica, incurante del passaggio a livello chiuso sulla tratta ferroviaria Napoli-Nola. Un treno è sopraggiunto e le ha travolte, uccidendo lei e ferendo l’amica. Illeso un terzo giovane, un ventiseienne che era con loro.