CONTROLLO DEL TERRITORIO E LOTTA AL TRAFFICO DI STUPEFACENTI: LA POLIZIA DI STATO ARRESTA UNO SPACCIATORE

Giovedì12 maggio, intorno alle ore 21, nell’ambito dell’attività di controllo del territorio, la Polizia di Stato di Vercelli ha tratto in arresto un uomo di 27 anni, con diversi precedenti alle spalle in materia di stupefacenti. Erano circa le 18, quando gli operatori di una pattuglia della Squadra Volante, durante il normale servizio di controllo del territorio, venivano attirati dal fare ambiguo di due giovani a bordo di una autovettura ferma nei pressi di Largo Chatillon. L’intuito dei poliziotti si rivelerà prezioso conducendo all’arresto di un noto spacciatore. I ragazzi, una donna di 24 anni, senza precedenti alle spalle, e un ragazzo di 26 anni, con diversi precedenti penali, entrambi di Vercelli, venivano fatti scendere dall’autovettura e, dietro richiesta degli operanti, consegnavano spontaneamente dosi di stupefacente chiaramente destinati ad uso personale. Gli operatori riconoscevano nella ragazza la convivente di un pregiudicato avente diversi precedenti in materia di stupefacenti ed alle domande degli operatori circa il compagno la stessa iniziava ad avere un comportamento piuttosto nervoso cercando, invano, di contattare subito il compagno nonostante il dissenso degli operatori.

Ecco che gli agenti pensavano bene di effettuare immediatamente una perquisizione domiciliare presso l’abitazione della ragazza e del convivente. Giunti a casa dei due gli agenti trovavano sul posto anche il pregiudicato fidanzato della ragazza, un vercellese di 27 anni . La perquisizione dava esito positivo: venivano infatti ritrovati in diversi punti della casa hashish e marijuana per un totale di circa 90 grammi, avvolti in un involucro termosaldato ed in diversi ovuli facilmente occultabili. Non solo, venivano ritrovati diversi coltelli intrisi di sostanza stupefacente, evidentemente utilizzati per tagliare la stessa e, soprattutto, 1.400 euro in denaro contante probabilmente provento dell’attività riminosa del soggetto.

A questo punto gli agenti conducevano tutti e tre i soggetti presso i locali della Caserma Bava per gli accertamenti del caso, nel corso dei quali il fidanzato della ragazza si assumeva la proprietà di tutta la sostanza drogante ritrovata. Il soggetto veniva quindi arrestato per detenzione di droga ai fini di spaccio e condotto presso la locale casa circondariale a disposizione dell’autorità giudiziaria. Gli altri due, invece, venivano segnalati alla autorità amministrativa per possesso di droga per uso personale.

Roma, 18 maggio 2016