+++TREMA LA TERRA, TERREMOTO TERRORIZZA LA GENTE. ECCO TUTTI I DETTAGLI+++

Questa volta il pennino dei sismografi dell’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia si sono mossi più alacremente rispetto agli ultimi tre mesi quando il magnitudo non aveva mai superato i 2 gradi della scala Richter. La scossa avvertita ieri mattina alle 11,40 ha toccato i 3.1 gradi con epicentro le alture nel triangolo territoriale tra Minucciano in Garfagnana, Equi Terme e Vinca nel fivizzanese. Lo smottamento che ha determinato la scossa è avvenuto a 6 chilometri e 800 metri dalla superficie, quindi una distanza relativamente vicina alla crosta terrestre. Motivo per il quale il terremoto è stato avvertito e bene, soprattutto nel territorio di Casola, anticipato da un forte boato.

Niente panico tra la popolazione anche se il terremoto fa sempre paura e nessun danno è stato registrato anche in quelle abitazioni meno solide e in parte minate dal forte sisma del 21 giugno del 2013 quando i gradi della scala Richter furono 5.2. Come detto anche nei mesi scorsi la terra ha tremato anche se in maniera quasi impercepibile. Scosse registrate però dai sensibili strumenti dell’Igv nazionale e alcune di esse avvenute proprio nel punto di ieri, sempre in quella zona a cavallo tra Lunigiana e Garfagnana.

Ed è questo che in alcuni fa paura considerato che sempre con epicentro tra la Lunigiana e Garfagnana si sono verificati i terremoti più forti registrati nel fivizzanese: 10 ottobre 1995 magnitudo 5 gradi, quello già citato del 2013 e quello distruttivo del 7 settembre 1920 con 6.4 scala Richter (quasi 10 gradi della scala Mercalli) che provocò distruzione e morti. «Nel fivizzanese il terremoto si è avvertito in forma lieve -ha commentato il sindaco di Fivizzano Paolo Grass i- forse è stato avvertito di più nel casolino.