UNA TAZZA OGNI SERA PRIMA DI ANDARE A LETTO: ECCO COME DIRE ADDIO AL GRASSO CORPOREO

La passiflora è una pianta dalle proprietà terapeutiche e curative chiamata anche “fiore della passione”: viene utilizzata principalmente per prevenire ansia, angoscia e insonnia causate da agitazione, svolgendo un effetto sedativo e calmante sul sistema nervoso centrale. È però anche un rimedio efficace per intestino irritabile, crampi mestruali, contratture muscolari e per sedare la tosse, grazie alla sua azione antispasmodica che agisce sulla muscolatura liscia. Le sue proprietà calmanti, oltre a favorire il riposo notturno, riducono anche i sintomi tipici della menopausa come tachicardia e vampate di calore. Inoltre viene utilizzata anche come rimedio in caso di asma, deficit dell’attenzione e pressione alta.

La passiflora si può assumere come tisana o sotto forma di tintura madre ed è un rimedio molto efficace anche grazie al fatto che agisce rapidamente. Le sue proprietà curative erano note già agli Aztechi che lo utilizzavano come farmaco rilassante mentre, durante il primo conflitto mondiale, veniva utilizzata per curare le angosce dovute alla guerra.

Proprietà benefiche, terapeutiche e curative della passiflora
Cura insonnia e depressione: le proprietà sedative e antidepressive, merito dei flavonoidi contenuti nella passiflora, la rendono utile in caso di insonnia dovuta a ansia e stress passeggeri causati da studio o attività fisica intensi o depressione. In questi casi si assume di solito in gocce e provoca una sonnolenza naturale senza creare dipendenza e senso di stordimento al risveglio, come invece avviene quando si assumono farmaci ansiolitici, benzodiazepine e antidepressivi. La sua azione risulta però blanda nei casi di insonnia psichiatrica.

Aiuta in caso di ansia, stress e tensioni: l’azione calmante della passiflora, dovuta alla presenza degli alcaloidi, la rende efficace come rimedio contro ansia e stress anche quando sono associati a sintomi come palpitazioni, respiro corto, battiti irregolari, in quanto la sua azione antispasmodica agisce sulla muscolatura liscia rilassandola. La passiflora viene utilizzata come rimedio efficace in caso di dolori mestruali, rilassando la muscolatura liscia dell’utero.

Toccasana per l’apparato gastrointestinale: ansia e stress sono tra le cause principali di gastrite, ulcera e dolori addominali, in questi casi, grazie alla passiflora e alle sue proprietà antispasmodiche, è possibile ridurre dolore, spasmi gastrici e colon irritabile dovuti a stati nervosi, anche in presenza di diarrea.

Rimedio contro asma e Parkinson: la passiflora viene utilizzata come rimedio contro asma, morbo di Parkinson e epilessia grazie alla sua azione antispasmodica e anticonvulsionante  che riesce a ritardare il broncospasmo nei soggetti asmatici oltre a svolgere un’azione sedativa sul sistema nervoso centrale.