MARO’, RIENTRO GIRONE: L’INDIA TEMPOREGGIA, L’ITALIA SOLLECITA

L’India temporeggia e l’Italia sollecita. Dopo le promesse e rassicurazioni seguite alla decisione del Tribunale de L’Aja, l’Italia ha ritenuto opportuno di dover sollecitare New Delhi ad attuare in tempi rapidi il trasferimento del marò Salvatore Girone in patria. La richiesta, come ha reso noto il Ministero degli Esteri Italiano, è stata presentata alla sezione feriale della Corte Suprema Indiana, che ha fissato l’udienza per esaminare la questione il prossimo 26 maggio.
L’Italia chiede che sia rispettata in tempi rapidi la decisione del Tribunale arbitrale de L’Aja, che lo scorso 29 aprile ha sancito che Salvatore Girone debba rientrare in patria.
Il Fuciliere di Marina, attualmente ancora in India, attende però il via libera. Secondo Roma, il rientro deve essere consentito in tempi rapidi, da lì la richiesta di attuazione urgente presentata oggi alla Corte Suprema indiana.