CONDANNATO L’ASSASSINO DI CIRO ESPOSITO: 26 ANNI DI RECLUSIONE

E’ arrivata la condanna in primo grado per Daniele De Santis, il tifoso della Roma accusato per la morte di Ciro Esposito, napoletano e sostenitore del Napoli. De Santis ha sparato ad Esposito poco prima dell’inizio della finale di Coppa Italia del 2014, il 3 maggio. Ciro Esposito era a Roma per assistere alla gara Napoli-Fiorentina, ma ha dovuto fare i conti con una rissa tra napoletani e romanisti, sfociata in tragedia.
Daniele De Santis dovrà scontare 26 anni di reclusione. Il pm aveva rischiesto l’ergastolo, ma sono state riconosciute le attenuanti. Condannati anche due tifosi napoletani per rissa aggravata e lesioni: si tratta di Gennaro Fioretti e Alfonso Esposito, condannati a 8 mesi con pena sospesa. Lo stesso De Santis, prima di sparare ad Esposito, aveva subito un duro pestaggio che l’ha costretto ad una lunga permanenza in Ospedale.