CONDANNATO L’ASSASSINO DI CIRO ESPOSITO: 26 ANNI DI RECLUSIONE

Vincenzo Esposito era stato colpito da un proiettile che gli aveva trapassato il polmone, fermandosi nella colonna vertebrale. In condizioni disperate fin da subito, è morto dopo 53 giorni di agonia presso il Policlinico Gemelli di Roma. De Santis dovrà anche pagare 140.000 euro di provvisionale ai famigliari della vittima.
Sentenza accolta con soddisfazione dalla mamma di Ciro, Antonella Leardi, che ha detto: “Giustizia è fatta. Non doveva morire il mio ragazzo. La pena serva da monito perché non accada più quello che è successo a lui. Non devono accadere più cose come queste. Non ho mai portato odio per nessuno ma ho sempre chiesto giustizia. L’amore che io provo per Ciro c’è e ci sarà sempre e mi ha dato la forza”. Ha poi dichiarato di aver perdonato l’assassino di suo figlio: “La pena è congrua e giusta, per De Santis non provo odio perché l’ho perdonato”.
Il difensore dell’imputato, l’avvocato Tommaso Politi, ha invece detto che si sarebbe aspettato il proscioglimento: “Non mi aspettavo questa sentenza perché le nostre argomentazioni erano solide e tanti testimoni hanno raccontato che De Santis ha cercato di sottrarsi a un linciaggio. Per questo mi sarei aspettato un proscioglimento per legittima difesa”.

Riccardo Ghezzi

24/5/2016