SAMUELE FESTEGGIA IL SUO 13ESIMO COMPLEANNO: DUE GIORNI DOPO MUORE DI LEUCEMIA

Venerdì scorso aveva festeggiato in ospedale il tredicesimo compleanno, insieme ai compagni di classe, agli amici e a tutta la sua famiglia. Ma solo due giorni dopo il di Samuele Liut ha smesso di battere per sempre nel reparto di Pediatria oncologica del Santa Maria degli Angeli di Pordenone, sconfitto dalla leucemia che lo aveva colpito tre anni fa. E’ il Messaggero Veneto a riportare la tragica notizia. “Se n’è andato un leone – ricorda commosso papà Renato, manager di una nota azienda -. Mio figlio era un ragazzo generoso e combattivo. Era uno studente modello, con una grande passione per le scienze. Quando la malattia si era fatta sempre più aggressiva lui, con le tenacia di un leone, aveva continuato comunque a seguire le lezioni in classe, e lo aveva fatto via Skype”.

Samuele, di Chions, che frequentava il secondo anno delle scuole medie, era un ragazzino molto sportivo: aveva giocato nella squadra di calcio della Pro Fagnigola e nel Tennis club di Azzano Decimo. Grande tifoso del Milan, era appassionato di musica rap. Venerdì aveva compiuto 13 anni. “L’avevo visto felice – confida il padre – ed eravamo tutti contenti e speranzosi. Domenica pomeriggio, invece, il suo cuore ha smesso di battere”. “Abbiamo capito che non c’era più niente da fare quando i medici ci hanno detto che potevamo abbracciarlo e baciarlo – ha raccontato un’amica di famiglia –. Se ci fossero state speranze, non ci avrebbero permesso di avvicinarci. È stato forte, sino alla fine”.

Roma, 25 maggio 2016
fonte FanPage