STRUPRA LA NIPOTINA E POI FA UNA COSA AGGHIACCIANTE

Gli uomini del nucleo di polizia tributaria della guardia di Finanza di Palermo hanno individuato in Germania e hanno fatto arrestare dalla polizia tedesca Giuseppe Vaiana, 55enne di Castelvetrano (Trapani) condannato all’ergastolo e latitante dall’11 maggio scorso. L’uomo aveva fatto perdere le proprie tracce pochi giorni dopo la decisione assunta dalla Corte di Assise di Trapani di condannarlo all’ergastolo. Vaiana è stato arrestato insieme al fratello Michele Claudio (già in carcere) in relazione a un duplice omicidio avvenuto il 24 agosto del 1990. Il latitante – nei suoi confronti era stato emesso un mandato di arresto europeo – è stato catturato dalle autorità tedesche ieri pomeriggio a Ludwigshafen, mentre si trovava in un internet-cafè per giocare a una slot machine. I due arrestati avrebbero ucciso in un ovile di contrada Dionisio, a Campobello di Mazara (Trapani), Paolo Favara, 30 anni, e Caterina “Rina” Vaiana, sorella 33enne del latitante.