Carabiniere ucciso a Marsala, arrestato il proprietario della serra di marijuana

Le ipotesi investigative sulla morte del maresciallo Mirarchi – Intanto, si fa strada l’ipotesi che a sparare al maresciallo Mirarchi siano state delle persone a guardia delle coltivazioni di marijuana, come era accaduto un paio di settimane fa, quando due romeni erano stati colpiti da fucilate in una zona tra Marsala e Mazara del Vallo dai custodi di una piantagione di canapa indiana. Uno di loro, ferito, era riuscito a fuggire. Dell’altro, invece, si sono perse le tracce. Qualche giorno dopo un cadavere carbonizzato è stato trovato a circa un chilometro di distanza e non ha ancora un’identità: i carabinieri stanno indagando, anche con accertamenti del Ris e l’impiego di cani “molecolari” della polizia, per stabilire se il cadavere e’ quello del romeno scomparso.

Invertendo i ruoli nella vicenda dei due romeni, non si esclude un’altra ipotesi, e cioè che a sparare ai due carabinieri in borghese, scambiandoli per i gestori delle serre, siano stati i ladri durante un furto di piante.

fonte: tgcom24
2 Giugno 2016