Lutto nell’Arma, muore il vicebrigadiere Petrongolo

Lo scorso 4 aprile era in sella alla sua bicicletta ad Arcola e venne colto da un infarto e un tempestivo soccorso lo strappò alla morte.

La Spezia – Un malore lo aveva colto in mezzo alla strada ed un passante lo aveva aiutato. Nonostante quel soccorso tempestivo e il lavoro instancabile dei medici il vicebrigadiere dei Carabinieri Marco Petrongolo, effettivo all’Aliquota Radiomobile della Compagnia della Spezia, non ce l’ha fatta. Marco, lo scorso 4 aprile, era stato colto da un infarto mentre era in sella alla sua bicicletta, da allora non si era più ripreso.

All’epoca dei fatti era stata la caparbietà di un passante a strapparlo alla morte. L’uomo aveva notato il 47enne a terra privo di sensi e, guidato dal 118, gli aveva praticato le prime cure. Il cuore del vicebrigadiere aveva ricominciato a battere ed era stato portato d’urgenza in ospedale. Marco, 47 anni, lascia il figlio Dario, i suoi cari e la famiglia dell’Arma della Spezia. Al cordoglio si unisce anche la redazione di Città della Spezia.

Fonte: Citta’ della Spezia
5 gIUGNO 2016