Denunciata in stato di libertà per furto

Si è così scoperto che la maggior parte della refurtiva era stata ceduta dalla M.F. a ben tre diversi “compro oro” del centro città.  La donna, con precedenti di polizia specifici, circa un anno fa era stata scoperta e denunciata dalla Squadra Mobile per aver commesso un reato identico, ovvero, il furto di un ingente quantitativo di preziosi ai danni di un’altra anziana donna presso la quale lavorava come badante, e di cui si era impossessata sempre approfittando della fiducia della padrona di casa, merce che rivendeva subito dopo a svariati  “compro oro”.

La condotta furtiva della donna  è andata avanti per alcuni mesi, dall’autunno 2015 fino al gennaio 2016 dalla quale l’indagata ha tratto un illecito profitto per un valore complessivo di diverse migliaia di euro.

Roma, 10 giugno 2016