Terrore sangue a Tel Aviv: spari sulla movida, 4 morti. Esulta Hamas

E’ di quattro morti e cinque feriti il bilancio dell’attentato di ieri sera in pieno centro a Tel Aviv. Tra i feriti, due sono in condizioni critiche.
Non ci sono state ancora rivendicazioni, anche se la dinamica ricorda molto da vicino sia il modus operandi dell’Isis sia quello dell’attentato di capodanno sempre a Tel Aviv. In questo caso, due palestinesi ventenni di Hebron, vestiti in giacca e cravatta (in un primo momento si era diffusa la voce che si fossero travestiti da ebrei ortodossi, poi rivelatasi infondata), hanno sparato alla folla all’interno dell’affollato mercato di Sarona e poi in una via adiacente: il fulcro della movida di Tel Aviv.
Uno dei due attentatori è stato ferito dalla polizia ed è ora ricoverato presso l’ospedale Ichilov, dove sono stati portati anche tutti gli altri feriti. Mentre i medici israeliani stanno tentando di salvare la vita ad uno dei due attentatori, a Hebron sono state distribuite caramelle per festeggiare la strage. Scene di giubilo anche a Gaza.
Arrestato il complice. Infondata invece l’ipotesi che ci fosse un terzo attentatore.