22enne moldavo ai domiciliari spinge dal quarto piano un condomino

Gli agenti del commissariato di Anzio-Nettuno, diretti dal dott. Antongiulio Cassandra, sono arrivati sul posto subito dopo l’ambulanza e hanno trovato l’uomo precipitato ancora cosciente, anche se in gravissime condizioni; alla loro vista il ferito ha detto di essere stato spinto giù dal quarto piano da un certo P., un condomino del palazzo.

I poliziotti hanno intuito subito dove cercare: nel palazzo infatti un uomo era ristretto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

Quando gli investigatori si sono presentati all’appartamento del presunto aggressore lo hanno trovato vistosamente agitato e con indosso una maglietta strappata .

Durante la perquisizione gli agenti hanno trovato  36mila euro in contanti e diversi oggetti d’oro di cui non sapeva giustificare il possesso.

Da una prima ricostruzione fatta dagli investigatori dovrebbe essere nata una lite tra i due condomini, per motivi ancora da accertare, a seguito della quale G.P., 22enne moldavo, avrebbe spinto giù dalla terrazza condominiale la vittima.

Il giovane straniero è stato arrestato, al momento accusato di tentato omicidio.

La vittima è stata invece ricoverata e al momento è ancora in prognosi riservata.

Roma, 11 giugno 2016