Il dramma per i Pooh: è morta la piccola Katy della loro canzone. La storia

Gli occhi di Ketty Marzari si sono chiusi il 6 marzo del 1991, quando un incidente stradale ha ridotto la ragazza, allora ventenne, in coma vegetativo. Da allora non è passato giorno che la famiglia, e la madre Libera, non la vegliassero. Fino allo scorso sabato, quando hanno dovuto dirle addio per sempre: addio piccola Ketty.
Venticinque anni fa l’incidente che ha tolto la gioia di vivere dal volto della ragazza destò enorme scalpore nella comunità di Schio, dove allora abitava con i genitori, a causa della pericolosità del tratto di strada dove avvenne il frontale con un fuoristrada.

E non solo la sua comunità rimase impressionata, tanto che, come racconta la cronista Marialuisa Duso sul Giornale di Vicenza, anche i Pooh in un loro concerto vollero rivolgere un pensiero alla giovane pochi giorni dopo l’incidente: «A un tratto, a fine serata, i quattro musicisti intonarono Piccola Katy. Ma la dedicarono “a un’amica, queste furono le parole esatte che rammento ancora con nitidezza, che stava lottando per la vita”». E quelle parole sembravano scritte proprio per lei: “Vai, vai piccola Katy”.