Sequestro lampo bimba nel Barese: decisivo racconto donna

E’ stata – a quanto è dato sapere – la testimonianza di una donna, che ha riferito ai Carabinieri di aver visto un uomo afferrare la bambina per un braccio per portarla con sé, a consentire l’arresto in flagranza di un 49enne, in un piccolo centro dell’hinterland Barese con l’accusa di avere sequestrato una bambina di 7 anni. La mamma, che ieri aveva dato alla piccola il permesso di giocare in strada attorno all’ora di pranzo, affacciandosi dalla finestra non l’ha più vista e ha lanciato l’allarme.

Dalla descrizione fornita dalla testimone è partita la caccia al sequestratore. Incrociando alcuni dati, i Carabinieri sono giunti a casa dell’uomo portandolo in caserma dove, al termine dell’interrogatorio e dopo il riconoscimento formale della testimone del sequestro, è scattato l’arresto. Secondo quanto riferito dai carabinieri, l’uomo ha precedenti penali specifici.

All’età di 24 anni fu condannato per atti di libidine violenti nei confronti di una ragazza di 16 anni. Ieri l’uomo ha trascinato la bambina a piedi nella sua abitazione, poco distante da quella della famiglia della piccola vittima. A Silletti sono stati sequestrati alcuni indumenti che saranno sottoposti ad analisi alla ricerca di eventuali tracce organiche. Non è ancora chiaro se la bimba sia riuscita a divincolarsi e a fuggire dall’abitazione dell’uomo, raggiungendo il negozio del padre, o se sia stato il 49enne a restituirle la libertà.

Roma, 14 giugno 2016