Agenti e pompieri con maglie usa e getta

Magliette con gli alamari al contrario, oppure indossate una volta e ristrette al primo lavaggio. Sono le nuove polo in dotazione ai poliziotti e ai vigili del fuoco. Immettibili per entrambi, eppure pagate dall’amministrazione senza sconti. Quando si tratta di disagi e «rogne», agenti e pompieri non possono lamentare disparità di trattamento. È di due giorni fa, a Roma, la protesta dei vigili del fuoco sugli stipendi inferiori rispetto alle altre forze dell’ordine e sulla pensione con cinque anni di ritardo.

Ma stavolta, in termini di divise «sbagliate», la par condicio è stata applicata con tutti i crismi. «Già non abbiamo ricambi, perché le uniformi vengono rifornite con il contagocce – spiega Gianni Tonelli, segretario generale del Sap – in più le polo che mandano arrivano con gli alamari invertiti. Ci sarebbe da ridere per non piangere. Ormai si sta registrando un aumento considerevole degli acquisti privati da parte degli agenti: d’altronde è impensabile non acquistare un paio di ricambi, lavorando ogni giorno con il caldo dell’estate. Quelle che vengono fornite dal Dipartimento sono pure da rimandare al mittente». Così, o anche peggio, per i vigili del fuoco.

«Dopo aver distribuito decine di migliaia di polo bordeaux negli anni scorsi, adesso hanno cambiato colore e hanno dato la nuova maglietta grigia scura che di fatto rende inservibili le precedenti – conferma Antonio Brizi, segretario generale Conapo – Abbiamo chiesto spiegazioni come sindacato su un’altra assurdità. Le polo nuove, ce ne sono arrivate due a testa, si restringono al primo lavaggio a 30 gradi, quando da etichetta avrebbero dovuto sopportare i 40. A parte che con due magliette un vigile del fuoco non può neanche cambiarsi, considerato che se suda un poliziotto o un carabiniere, noi sudiamo mille volte di più nelle operazioni di spegnimento di un rogo, ma quelle che abbiamo neanche possiamo lavarle?». A questo il sindacato di Tonelli ha rimediato rinnovando la convenzione con una ditta privata che produce le polo con i colori istituzionali a 12euro a pezzo.