Lo tsunami Raggi si abbatte su Roma: ecco chi verrà cacciato

“Cambierò i vertici di Acea e Atac”. L’aveva promesso, Virginia Raggi, in campagna elettorale.
Non tutti i politici mantengono le promesse, ma il nuovo sindaco di Roma sarà costretto a farlo. Già, perché sono proprio i vertici delle principali partecipate romane ad aver annunciato di essere pronti ad un passo indietro a causa dell’elezione del nuovo sindaco.
Le aziende controllate dal Comune di Roma versano in precarie condizioni finanziarie e ora potrebbero restare seriamente senza guida. Ma non per volontà del sindaco, proprio per decisione autonoma.
E’ comunque l’effetto delle dichiarazioni di Virginia Raggi in campagna elettorale.
L’assessore che dovrà riorganizzare le partecipate, il famoso “assessore a tempo” non è però ancora stato individuato.