PER PAURA DEL DENTISTA NON SI CURA I DENTI, POI LA SCONCERTANTE SCOPERTA NELLA SUA BOCCA

Per la paura dei dentisti non si era mai presentato in uno studio dentistico nonostante un persistente mal di denti e ha rischiato così di perdere la vita. È la storia di un ristoratore veneziano che, dopo un mal di denti mai curato, è stato salvato in extremis dai medici con un intervento chirurgico di emergenza nel reparto Otorinolaringoiatria dell’ospedale Civile del capoluogo veneto.

Come ha spiegato al quotidiano locale La Nuova Venezia il primario del reparto dove l’uomo è stato operato, Sandro Bordin, il paziente “aveva molti denti cariati, ma la paura lo teneva molto lontano dalla sedia del dentista”. Non solo, l’uomo “praticava una specie di pericolosa cura fai da te” con antibiotici no prescritti che hanno finito per aggravare la situazione.

“Ripetutamente si era curato con antibiotici di vario genere, e queste cure verosimilmente sottodosate avevano avuto il solo effetto di selezionare, nella sua bocca malata, dei germi particolarmente aggressivi e resistenti alle comuni terapie” ha spiegato infatti il medico. Nonostante la situazione fosse ormai al limite, l’uomo ha continuato ad evitare il dentista fino a quando si è dovuto rivolgere al Pronto Soccorso perché non riusciva più a respirare.

“A causa dell’infiammazione diffusa, il paziente non riusciva più ad aprire la bocca ed il gonfiore impediva l’uso delle fibre ottiche per l’intubazione. Respirava ormai con difficoltà e si è reso necessario un intervento di estrema urgenza. Abbiamo effettuato ‘al foto finish’ una tracheotomia, in condizioni difficilissime” ha raccontato il primario, aggiungendo: “Solo così abbiamo consentito al paziente di respirare per poi sottoporlo ad anestesia generale”.