Vogliono adottare una bimba, scoprono che quella che hanno scelto è deforme: ciò che fanno è atroce

Vogliono adottare una bimba, scoprono che quella che hanno scelto è deforme: ciò che fanno è atroce. Bimba adottata, “restituita” in ospedale perché deforme

Christine Fisher, come ha raccontato in un’intervista all’Abc, aveva deciso di dare in adozione la sua piccola Abigail Lynn quando ancora era nel suo grembo per via delle condizioni economiche disagiate in cui versava.

La donna, infatti, viveva in una roulotte, aveva già una figlia di 18 anni e il padre di Abigail era pressoché assente. Christine non se la sentiva accudire un’altra bambina e nonostante tutto non ha mai pensato di abortire. Perciò, anche se a malincuore, si è rivolta ad un’agenzia per avviare le pratiche che avrebbero dovuto garantire alla piccola Abigail una famiglia amorevole.

La piccola sarebbe stata affidata ad una coppia della Georgia, che durante la gravidanza è sempre rimasta in contatto con Christine. Il giorno del parto, i genitori adottivi si sono resi conto che Abigail era deforme a causa della sindrome di