Muore investita da albanese, il parroco non regge: “Troppa tolleranza coi migranti”

In centinaia a Lugana di Sirmione per l’ultimo saluto ad Anna Maria Zippone, la giovane mamma di 37 anni morta mercoledì scorso in un tragico incidente provocato dal 21enne Alban Kodra.

Nello schianto ha perso la vita anche la piccola Gaia Botticchio, di soli 10 anni, figlia di Rosanna Prosciutto, amica del cuore e coetanea di Anna Maria.

Il giovane, di origine albanese, è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale plurimo. E’ risultato positivo all’alcol test con un tasso alcolemico di 1,35 grammi per litro di sangue.

La folla silenziosa si è radunata in parrocchia a due giorni esatti dal funerale della piccola Gaia. Cerimonia toccante, in cui non sono mancati gli amici ed i parenti: non c’erano i figli di Anna Maria, Nicolas di 7 anni e Noemi di 10, rimasti entrambi feriti (ma lievemente) nella notte dell’incidente.

In prima fila c’era invece Rosanna Prosciutto, amica del cuore di Anna Maria e mamma della piccola Gaia. Sul volto ancora i segni delle ferite di quella sera, accompagnata fin quasi all’altare in carrozzina, dimessa solo pochi giorni fa dall’ospedale.