Ladri di biciclette tentano un “cavallo di ritorno”

I Carabinieri della Stazione di Talsano hanno denunciato per estorsione in concorso due persone entrambe originarie e residenti a Taranto, di cui un minorenne, ritenute responsabili del delitto di estorsione in concorso.

La rapida attività d’indagine che ha consentito di scoprire i fatti ha preso avvio dalla denuncia di una giovane che ha riferito ai militari di aver subito il furto di due biciclette di sua proprietà e di essere stata raggiunta, successivamente, dalla richiesta di due giovani del luogo i quali, le avevano chiesto la somma di 40 euro in contanti per la restituzione delle stesse.

La vittima, evidentemente desiderosa di riavere le sue bici ed intimidita ed impaurita dall’atteggiamento dei due, che sebbene giovani si sono dimostrati piuttosto scaltri e decisi, ha consegnato loro la somma richiesta, riottenendo indietro solo una delle due biciclette.

Dopo un giorno, la donna si è recata presso la Stazione Carabinieri di Talsano, denunciando l’accaduto, fornendo elementi per l’individuazione di entrambi gli estortori, i quali dopo poco venivano identificati e sottoposti ad accertamenti.

Entrambi i giovani, un ventenne ed un sedicenne del luogo, sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Taranto: dovranno rispondere del reato di estorsione in concorso.

Roma, 9 agosto 2016