A colloquio con il sindaco di Vittoria, dà in escandescenza e viene arrestato dalla Polizia di Stato

Nel corso delle quotidiane attività di ricevimento del pubblico e di front office che si svolgono presso la segreteria del sindaco a Palazzo Iacono, si è registrato un grave episodio che ha richiesto l’intervento delle forze dell’ordine.

Questa mattina, al termine di uno dei diversi colloqui effettuati, un uomo ha dato immotivatamente e improvvisamente in escandescenze e si è scagliato verbalmente contro il primo cittadino. Inoltre ha danneggiato una statua che si trovava nelle vicinanze scagliandola violentemente per terra e danneggiando la pavimentazione. Si è così reso necessario l’intervento della polizia municipale e della Polizia di Stato per placare l’uomo.

Gli uomini del Commissariato di Vittoria unitamente agli agenti della Polizia Municipale, presenti sul posto hanno eseguito l’arresto dell’uomo. Nella colluttazione uno agente della polizia municipale ha riportato ferite guaribili in dieci giorni.

L’uomo è un 43enne originario di Niscemi e residente a Vittoria e già noto alle forze dell’ordine è stato arrestato con l’accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale e denunciato per danneggiamento aggravato.

Roma, 26 agosto 2016