AGGREDISCE LA MOGLIE: SUBITO BLOCCATO DALLA POLIZIA

Mentre gli agenti battevano palmo a palmo tutta la città, un equipaggio si appostava in una via adiacente: gli agenti erano, infatti, convinti che l’aggressore non avesse lasciato la zona ma che tenesse d’occhio la casa e la moglie.

E infatti, verso le ore 4.00, quando pensava che tutto fosse tranquillo e constatato che nessun poliziotto era nei paraggi e che dalle finestre dell’appartamento non filtrava alcuna luce, con fare guardingo si avvicinava al portone dello stabile cercando di inserire la chiave nella serratura.

In men che si dica, gli agenti gli piombavano alle spalle bloccandolo ed identificandolo.

Accompagnato presso gli Uffici della Questura dopo le formalità di rito veniva denunciato per il reato di rapina e maltrattamenti in famiglia.

Roma, 27 agosto 2016