Spari e terrore in strada: passa con il rosso e travolge una mamma alla guida, poi scende e la giustizia

Una rabbia repressa, un’insensata furia omicida che si è abbattuta contro una donna che non potrà mai più tornare a casa dai suoi tre figli. Deborah Pearl, 53 anni, è stata uccisa mentre era nella sua auto da Ryan Desha, 29, che, dopo averla tamponata l’ha freddata a colpi di fucile su una strada di Solon, in Ohio.

La donna stava guidando quando Ryan, non rispettando il rosso, si è schiantato contro di lei travolgendola con la sua Jeep. Tra le lamiere accartocciate si è fatto strada il ragazzo che, imbracciando un fucile, si è diretto verso la macchina di Deborah. «Prima sparava a caso – ha detto Barbara Bartels che si trovava sul luogo dell’incidente – Poi si è diretto verso la donna. In tutto abbiamo sentito esplodere una dozzina di colpi». Deborah ha iniziato a urlare alla vista di quell’uomo armato e ha alzato istintivamente le mani. Ma nemmeno quell’ultimo gesto disperato è bastato per salvarle la vita: è stata uccisa con due colpi di fucile.

Deborah è stata trasportata in ospedale, ma è morta poco dopo il ricovero. Il ragazzo, invece, è stato fermato dalla polizia non molto lontano dal luogo dell’incidente. I vicini parlano di una persona strana, taciturna e sempre soprappensiero. «Non parlava mai