In 700 sbarcano a Pozzallo fermati gli scafisti

Salpati insieme i 7 scafisti, a bordo di 6 natanti in quasi 700 (400 uomini, 202 donne e 90 minori) sono stati soccorsi nelle acque antistanti la Libia.
Approdata al porto di Pozzallo la nave Corvetta “Sfinge” della Marina Militare con a bordo i 700 migranti hanno visto impegnato da subito la Croce Rossa Italiana, protezione civile, ed i medici dell’ASP, per i primi soccorsi, insieme a personale delle Forze dell’Ordine che hanno garantito il regolare sbarco, e identificazione degli stranieri da parte di personale della Scientifica. Una volta identificati, sono stati ricollocati presso altri centri d’accoglienza su tutto il territorio nazionale. Gli uomini della Squadra Mobile hanno iniziato da subito le indagini alla ricerca degli scafisti, le testimonianze raccolte tra gli stranieri sbarcati e supportate da immagini foto video trovati sui telefoni che ritraevano gli scafisti, hanno permesso di identificare coloro che hanno permesso la traversata fino al momento del salvataggio i 7 scafisti uno dei quali minore: K. A. nato in Sierra Leone del 95, A. A. nato in Nigeria nel 77, J.M., nato in Sudan nel 90, F. I., classe 98, e B.L., classe ‘84, entrambi nati nel Gambia, E N. nato in Marocco nel 82 e il minore M.E senegalese di anni 16. Erano a bordo di 6 natanti alcuni anche piccoli pochi metri con a bordo 10 persone.
Gli indizi a loro carico hanno permesso il fermo e dopo essere stati fotosegnalati da personale della Scientifica sono stati tradotti presso il Carcere di Ragusa a disposizione dell’A.G.

1/9/2016