Il sindaco si ribella: “Troppi immigrati, mi dimetto”

Mario Scetta, sindaco di Castelvenere, in provincia di Benevento, ha deciso di rimettere il suo mandato a causa dei troppi immigrati assegnati al suo comune. Lo ha comunicato durante la riunione convocata dal presidente della provincia, Claudio Ricci, per accontentare una richiesta dei sindaci della Valle Telesina. Scetta ha annunciato le sue dimissioni con queste parole: «Troppi migranti, circa 150 con i nuovi arrivi, nel mio paese che conta circa 2500 abitanti. Arrivi di cui non ero al corrente e se non si troverà una soluzione mi dimetto». La riunione è stata chiesta dai sindaci proprio per discutere «di una maggiore partecipazione nel governo dei flussi migratori», chiedendo contestualmente l’intervento dell’Anci affinché sia accelerato l’iter per ratificare la proposta dell’associazione dei Comuni che prevede l’aliquota di 2,5 migranti ogni 1000 abitanti. «Solo così potremo effettivamente creare un vero sistema di accoglienza» sostengono i sindaci. L’auspicio è anche quello «che i sindaci non vengano abbandonati e che anche le responsabilità vengano divise in maniera più equa».

Riccardo Ghezzi

2/9/2016