“Dottore, aiuto: non riesco a respirare…” Pazzesco, ecco cosa gli trovano in gola

Venerdì pomeriggio un 64enne del Sandonatese si è presentato al pronto soccorso di San Donà di Piave lamentando difficoltà a respirare e un forte dolore nel momento della deglutizione: i medici non hanno perso tempo

Le conseguenze potevano essere drammatiche. Venerdì pomeriggio un 64enne del Sandonatese si è presentato al pronto soccorso di San Donà di Piave lamentando difficoltà a respirare e un forte dolore nel momento della deglutizione.

I medici non hanno perso tempo. Dopo una prima diagnosi, l’uomo è stato subito trasferito nel reparto di Otorinolaringoiatria di Portogruaro dove il dottor Alessandro Fuggetta, avvalendosi dell’anestesista Massimo Marzolini e dello staff di sala operatoria, ha proceduto immediatamente a un intervento per rimuovere la causa del problema.

Il dolore era causato da un osso di pollo della lunghezza di circa 4 centimetri che si era incastrato nell’esofago cervicale o, più esattamente, nello sfintere esofago superiore che lo stesso osso avrebbe potuto perforare.

L’intervento è andato nel migliore dei modi, e le condizioni del paziente sono subito migliorate. Sabato le sue condizioni fisiche erano buone, anche se dovrà restare in osservazione, in ospedale, ancora per qualche giorno. La direzione generale si è complimentata con l’Otorinolaringoiatria di Portogruaro per la tempestività con cui è stato eseguito l’intervento

today
3 Settembre