Masturbarsi in pubblico non è più reato

La Corte di Cassazione ha recepito le recenti modifiche di legge, nella fattispecie la depenalizzazione dei cosiddetti reati minori, anche in tema di masturbazione. L’ultima sentenza mette in chiaro le cose: masturbarsi in pubblico non sarà più considerato reato. Si rischia solo una multa, di importo variabile.
La sentenza che ha fatto giurisprudenza riguarda l’assoluzione di un sessantanovenne che si era masturbato davanti ad alcune studentesse.
Piero L., questo il nome dell’imputato, era stato condannato nei primi due gradi di giudizio a tre mesi di reclusioni convertiti in una multa da 3.420.
La Corte di Cassazione ha invece stabilito che gli effetti penali sono scomparsi, in virtù della depenalizzazione del reato di atti osceni attuata dal d.lgs n.8 del 2015.