Le frecce tricolori tornano a Pisa e presentano la scintilla tricolore

È una grande Aeronautica quella che si presenta domenica 11 settembre al pubblico toscano. Per la prima volta dopo anni voleranno infatti su Tirrenia e Marina di Pisa le Frecce Tricolori. A 15 anni dall’attentato delle torri gemelle, arriva dall’Italia un segnale positivo e di apertura verso chi ogni giorno difende i cieli del Bel Paese. Lo spettacolo partirà alle 16, quando le centinaia di migliaia di spettatori potranno assistere alla grande esibizione aerea. A volare saranno i mezzi Sar del 15esimo stormo, che si presenta con l’elicottero HH139, che simulerà un recupero in mare. Mezzi impiegati anche nell’ambito dell’emergenza per il sisma di Amatrice. A seguire un C27 e un C130J della 46esima Brigata aerea di Pisa. Infine, intorno alle 17, sarà la volta della Pattuglia acrobatica nazionale, che per la prima volta in Toscana presenterà la “scintilla tricolore”, la nuova figura delle Frecce.

thumbnail_IMG_2935“Sono passati 12 anni dall’ultima manifestazione a Pisa – ricorda il sindaco Marco Filippeschi e per noi è un onore averli qui”. Moltissimi coloro che hanno lavorato all’evento, in primis l’Aeroclub di Pisa, che da mesi è impegnato nell’organizzazione. In prima linea, come sempre, il direttore della manifestazione, il pilota civile Maurizio Viti assieme ai colleghi Gianluca Pierami e Vittorio Cucurnia. Le prove si terranno nel pomeriggio di sabato, con una sorpresa: il sorvolo con fumo tricolore, alle 17,15, di piazza dei Miracoli. Per cui occhi al cielo, per il grande spettacolo delle Frecce Tricolori. “Siamo felici – ha detto il comandante della Pan Jan Slangen – di tornare in questi luoghi e in questa terra accogliente. Torniamo non solo per rappresentare i nostri colleghi dell’Aeronautica, ma anche per farci conoscere, guadagnare consensi e mostrare le nostre professionalità e specificità nel rispetto dei tanti che lavorano ogni giorno anche in condizioni ben più difficili per garantire la sicurezza dei cieli nazionali”.

CHIARA GIANNINI

Pisa, 10/9/2016