Raggi vs Grillo: “E’ matta”. E lei chiede parere legale sul contratto che la lega al Movimento

Mentre Il Messaggero, citato come fonte da altri giornali, riporta la notizia che Virginia Raggi starebbe chiedendo un parere legale sul contratto capestro che la lega al Movimento 5 Stelle, quello per intenderci dei 150.000 euro di risarcimento danni d’immagine in caso di richiesta del direttorio, emergono scenari accattivanti sulla frattura tra la prima cittadina di Roma e il Movimento.
Le novità sono tante: oltre alla defenestrazione di De Dominicis, assessore voluto da Raggi ma risultato indagato e quindi non confacente alle regole dei grillini, ci sono le dimissioni in blocco del minidirettorio romano. L’uscita di scena di Taverna e company rappresenta una vittoria politica di Virginia Raggi, sempre più autonoma. Ma la furia di Beppe Grillo e del direttorio pentastellato è eloquente, tanto che la probabilità che venga ritirato il simbolo del Movimento al sindaco non è più così remota.