Cinema: Venezia 73, Leone d’oro a ‘The woman who left’

Spente le luci della cerimonia di chiusura di Venezia 73 il regista filippino Lav Diaz, vincitore del Leone d’oro con il fluviale The woman who left (226 minuti, ma per lui sono pochi, il precedente erano 485) continuava a ringraziare. Dopo l’Orso d’argento a Berlino con Hele sa Hiwagang Hapis ora il Leone d’oro con la storia di una donna ingiustamente imprigionata per 30 anni.

”La donna – dice all’ANSA Diaz – è una allegoria dell’umanità che soffre e che non rinuncia a lottare. Questo premio è per il popolo filippino e per la sua battaglia”.

Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile a Venezia 73 va a Emma Stone nel film La La Land di Damien Chazelle (Usa).

Il Gran Premio della giuria a Venezia 73 va a Nocturnal Animals di Tom Ford (Usa).

Leone d’argento per la migliore regia ex aequo a Amat Escalanteper il film La Region Salvaje (The Untamed) e a Andrei Konchalovsky per il film Paradise.

Il premio Orizzonti per il miglior film a Venezia 73 va a Liberami diFederica Di Giacomo (Italia, Francia).

La Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile a Venezia 73 va a Oscar Martinez nel film El Ciudadano ilustre di Mariano Cohn e Gaston Duprat (Argentino, Spagna).