Polizia Stradale: controlli a caschi e cinture di sicurezza

Per gli uomini  della Polizia di Stato della  Sezione Polizia Stradale di Viterbo e dei Distaccamenti di Monterosi e Tarquinia, la prossima settimana (dal 12 al 18 settembre) sarà dedicata principalmente all’attuazione dell’operazione europea sulla sicurezza stradale relativa al corretto utilizzo dei sistemi di sicurezza passiva: si tratta di un’attenta e continua attività di prevenzione e repressione focalizzata in maniera precipua sull’uso corretto delle cinture di sicurezza e degli altri sistemi di ritenuta (seggiolini, in primis) programmata d’intesa con il network europeo delle Polizie Stradali “Tispol”. A tali controlli, si affiancheranno quelli relativi all’idoneo uso del casco da parte dei ragazzi che guidano gli scooter e dei maggiorenni che utilizzano le motociclette.

Lo scopo di questa campagna di sicurezza è quello di far sviluppare la coscienza e la consapevolezza che nello stesso momento tutte le forze di Polizia Stradale dell’Unione stiano operando con le medesime modalità, con strumenti omogenei e verso un obiettivo comune, vale a dire quello di verificare efficacemente, su tutte le arterie europee di grande viabilità, il rispetto del corretto utilizzo delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta, anche con particolare riguardo ai seggiolini per bambini, da parte di conducenti e occupanti di veicoli a motore.

Constatiamo con soddisfazione – afferma il Dirigente Polstrada di Viterbo, Dr. Porroni –  che l’utilizzo del casco, nella nostra provincia, ormai da tempo rappresenta una abitudine costante e certa da parte di tutti gli utenti della strada che si muovono su due ruote: purtroppo, però, molti giovani scooteristi non lo calzano in maniera corretta o, addirittura non lo allacciano, per non parlare di altri (la minoranza) che ne usano alcuni non omologati.