Droga: spaccio a Trento, Rimini e Pesaro, tre arresti

I carabinieri di Rimini e di Trento hanno individuato una banda attiva nelle province di Rimini, Trento e Pesaro specializzata nello spaccio di sostanze stupefacenti, prevalentemente hashish, cocaina e marijuana. Tre gli arresti eseguiti in esecuzione di ordinanze di misure cautelari emesse dal gip del Tribunale di Rimini. Le indagini sono state condotte dall’ottobre 2015 all’agosto 2016 mediante attività audio-video e pedinamenti. Secondo l’accusa, la banda era guidata da un cinquantenne napoletano, già rinchiuso nella casa circondariale di Rimini e pluripregiudicato per reati di stupefacenti, il quale avrebbe controllato una filiera di acquirenti, rifornendosi da canali esteri e nazionali, in particolare da Trento.

L’uomo – secondo i carabinieri – si serviva della collaborazione di una donna di 25 anni di Bari e di un cinquantenne di Rovereto per far giungere alcuni ordinativi di stupefacenti dal capoluogo trentino, per poi rivenderlo principalmente sulla piazza riminese e su quella pesarese, anche a minorenni e nei pressi dei centri di recupero per tossicodipendenti.

Roma, 28 ottobre 2016