Crolla un cavalcavia: morti e feriti. Quando la tua vita la decide il destino, il momento del crollo in un VIDEO / GUARDA

SS36, il momento esatto del crollo del Ponte

Una persona è morta e cinque sono rimaste ferite a causa del cedimento di un cavalcavia sovrastante la strada statale 36 del lago di Como e dello Spluga, lungo la provinciale 49. Quattro feriti in codice giallo, di cui tre bambini, sono stati portati all’ospedale di Lecco. Anche il guidatore 50enne del mezzo pesante, che avrebbe causato il crollo, è ricoverato con trauma toracico in codice giallo, a Lecco. La vittima si chiamava Claudio Bertini e abitava a Civate nel Lecchese. Era a bordo di una delle vetture rimaste schiacciate dal tir. La procura di Lecco ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo e disastro colposo.

Sono quattro le auto coinvolte nel cedimento della struttura. Un’Audi rossa è rimasta completamente schiacciata, un’altra in parte; una terza vettura seguiva il mezzo pesante ed è precipitata anch’essa sulla strada sottostante, mentre una quarta è rimasta in bilico sul cavalcavia. L’incidente avrebbe coinvolto anche un motociclista.

Sono intervenuti il personale del 118, le squadre Anas, i vigili del fuoco e le forze dell’ordine per i primi accertamenti e le operazioni di soccorso. I vigili del fuoco devono rimuovere il ponte per vedere se altri mezzi siano rimasti coinvolti nel crollo. E’ stato accertato che il Tir che è precipitato dal cavalcavia era un trasporto eccezionale di notevole ingombro e peso autorizzato dalla Provincia di Lecco.

L’Anas comunica che, in seguito al tragico incidente, la strada è stata chiusa in corrispondenza del km 41,000, tra i comuni di Cesana Brianza e Annone, in provincia di Lecco. Il traffico è stato deviato sulla viabilità locale con uscita obbligatoria a Bosisio Parini in direzione nord e a Suello in direzione sud. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio sta predisponendo una Commissione ispettiva al fine di verificare e analizzare su quanto accaduto.