TERREMOTO, SCOSSA FORTISSIMA ALLE 7.41 NEL CENTRO ITALIA: MAGNITUDO 6.1

  • 8.51 “Crolli ovunque”. «È stata una scossa molto forte. Ci segnalano crolli a Muccia, Tolentino, in tutto l’entroterra Maceratese, stiamo cercando di capire se ci sono persone sotto le macerie». Lo ha detto il capo della Protezione civile delle Marche Cesare Spuri. «La scossa – ha aggiunto – è stata molto forte anche ad Ancona».

 

  • 8.41 Ussita devastata. «È crollato tutto, vedo colonne di fumo, è un disastro, in dusastro!». Lo dice il sindaco di Ussita, uno dei comuni più colpiti dal sisma del 26 ottobre, Marco Rinaldi, dopo l’ultima forte scossa. “Dormivo in auto, ho visto l’inferno”. Norcia distrutta, crollata la cattedrale di San Benedetto a Norma. Metro ferma a Roma. Per «verifiche tecniche» dopo il terremoto, il servizio sulla metro A, B e B1 di Roma è «momentaneamente sospeso». Lo annuncia il profilo Twitter di Atac, la municipalizzata dei trasporti di Roma. Sulla metro C si segnalano «lievi ritardi» per lo stesso motivo. Terrore in Abruzzo e Molise. La fortissima scossa delle 7,40 è stata avvertita con tutta la sua forza in Abruzzo, dall’Aquila a Pescara, Teramo e Avezzano e fino al Basso Molise e a Campobasso. Tanta la paura. A Pescara avviate verifiche dei Vigili del Fuoco.
  • 8.12 Una fortissima scossa di terremoto è stata avvertita nell’Italia centrale alle 7.41. L’epicentro dovrebbe essere Norcia Il sisma è stato chiaramente sentito a Roma come Firenze. Telefonate allarmate ai vigili del fuoco in molte città. L’Ingv parla di magnitudo 6.1. Molti crolli in tutta la zona rossa, a Castelsantangelo e Nocelleto. La scossa è stata avvertita chiaramente anche a Napoli, Genova e persino a Bolzano. Commenti di gente terrorizzata sui social network. Il premier Matteo Renzi è in contatto con il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio, che è a Rieti dopo la nuova forte scossa di terremoto.
  • 7.59 Panico a Firenze. La forte scossa di terremoto di stamani è stata avvertita anche a Firenze, in particolare ai piani alti delle case. A differenza di quelle precedenti dei giorni scorsi la scossa di stamani ha creato apprensione soprattutto per la sua durata.

    Marche travolte.
     La gente è scesa in strada nelle Marche, nelle zone terremotate ma anche ad Ancona, dopo l’ultima violentissima scossa. Al momento non è possibile avere una stima di eventuali nuovi danni. I telefoni sono in tilt.
    Pochi minuti dopo la scossa principale, alle 07:44, s’è verificata un’altra scossa di magnitudo 4.6 nella stessa zona. Poi, alle 07:48, nuovo terremoto di magnitudo 3.9 stavolta più a Sud, tra Accumoli e Amatrice. (meteoweb / Leggo )

 

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO