Tenta di uccidersi: salvato da un poliziotto

Stava per buttarsi dal ponte, ma un poliziotto l’ha visto e gli ha salvato la vita.
E’ accaduto a Biella e non è il primo episodio di questo tipo. I tentativi di suicidio sul ponte di Corso di Lago Maggiore, nel capoluogo di provincia piemontese, sono sempre più frequenti. Non sempre, invece, capita di imbattersi in un angelo custode che interviene per salvare la vita di chi, per un motivo o per l’altro, decide di farla finita. In questo caso, decisivo l’intervento di un poliziotto, prontamente intervenuto anche in seguito ad una segnalazione.
Domenica 30 ottobre la sala operativa della polizia di Biella ha infatti ricevuto una chiamata in cui veniva segnalata la presenza di una persona intenzionata a lanciarsi dall’ormai tristemente famoso ponte della tangenziale. L’uomo era già cavalcioni sulla ringhiera, in procinto di gettarsi.
E’ stato un agente della Polizia in forza alla Questura di Biella, in quel momento libero dal servizio, ad assistere alla scena dopo essere transitato nei pressi con la sua auto. L’agente non ha avuto dubbi: ha fermato la macchina ed è corso a bloccare l’uomo, aiutato anche da un altro passante.
In quel momento, anche le volanti della polizia accorse sul posto hanno dato manforte all’agente eroe, senza l’intervento del quale probabilmente la tragedia non sarebbe stata scongiurata.
Non è stato facile neppure per i rinforzi bloccare l’uomo, che risultava particolarmente agitato e determinato nei suoi proposito suicidi. Ma alla fine, i poliziotti sono riusciti a metterlo in salvo e ad affidarlo al personale del 118.

Riccardo Ghezzi
Biella, 1/11/2016