Genitori, se in automobile siete privi di questo dispositivo rischiate una multa di oltre 300 euro

Non esiste un vero e proprio obbligo di posizione del bambino nel veicolo munito di sistema di ritenuta, lasciando al genitore la scelta del sedile anteriore piuttosto che posteriore. Ciononostante il codice della strada precisa che i bambini non possono essere trasportati utilizzando un seggiolino di sicurezza rivolto all’indietro su un sedile passeggeri protetto da airbag frontale, a meno che l’airbag medesimo non sia stato disattivato anche in maniera automatica.

Gli obblighi previsti sono adeguatamente sanzionati in caso di inosservanza: ad esempio, chiunque non fa uso dei dispositivi di ritenuta, cioè delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 80 euro a 323 euro.

Quando il mancato uso riguarda il minore, della violazione risponde il conducente ovvero, se presente sul veicolo al momento del fatto, chi è tenuto alla sorveglianza del minore stesso. Se il conducente sia incorso, in un periodo di due anni, nella violazione per almeno due volte, all’ultima infrazione consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da quindici giorni a due mesi.

Sanzionato con multa da 40 euro a 162 euro anche chiunque, pur facendo uso dei dispositivi di ritenuta, altera od ostacola il normale funzionamento degli stessi; in caso di dispositivi di ritenuta di tipo non omologati, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 841 euro a 3.366 euro chi li importa o produce per la commercializzazione sul territorio nazionale e chi li commercializza.
Il Gazzettino