Scatta il divieto di vendita e somministrazione bevande: sanzioni effettuate

L’intento del divieto imposto con l’ordinanza comunale è quello di limitare il più possibile che i tifosi si approccino all’evento sportivo in condizioni pericolose e in stati di ebbrezza difficili da gestire per le possibili ripercussioni sull’ordine e sulla sicurezza pubblica. Purtroppo si sono registrati, lanci di bottiglie di vetro da parte di alcuni supporter in occasione di partite disputate dalla società SPAL 2013. A seguito dell’attività congiunta della Polizia Municipale, della G.d.F. e della Questura, con controlli e verifiche sulla corretta applicazione dell’ordinanza comunale in ordine al divieto di vendita e somministrazione bevande in occasione degli incontri di calcio casalinghi della società SPAL 2013, già in questo primo scorcio di campionato sono stati sanzionati dieci esercizi pubblici ubicati nella zona attorno allo stadio.

È in questo contesto che il Questore di Ferrara ha valutato di procedere con un provvedimento d’urgenza ex art. 100 TULPS per la chiusura dei due attività sanzionate più di una volta. I provvedimenti, notificati agli esercenti nella giornata del 28 ottobre, avranno validità in occasione dell’incontro di calcio SPAL – AVELLINO (chiusura per tutta la giornata).

Per altri sei esercizi più volte controllati ma sanzionati una sola volta, si procederà alla notifica di una comunicazione di avvio del procedimento amministrativo preannunciante su un possibile provvedimento di chiusura in occasione di futuri incontri casalinghi della SPAL, qualora vengano nuovamente registrate violazioni al predetto divieto di vendita e somministrazione cosi come indicato nell’ordinanza citata

Viene ribadito l’assoluto impegno della Questura di Ferrara e delle altre forze di Polizia affinché tutti si adeguino a questo divieto, pena la chiusura dell’attività per l’intera giornata in occasione delle partite che si disputeranno presso lo stadio comunale Paolo Mazza. La tutela della sicurezza di tutti i tifosi e cittadini, la loro salvaguardia da intemperanze di soggetti alterati dall’alcol verrà perciò garantita anche nelle prossime competizioni sportive durante le quali sarà alta l’attenzione a che non si verifichino nuovi episodi di violenza che porterebbero all’inevitabile chiusura di altri esercizi soggetti al divieto.