ZUCKERBERG NEI GUAI: ECCO COSA RISCHIA

Per la prima volta, la magistratura tedesca sta indagando i vertici statunitensi di Facebook, tra cui il fondatore e capo Mark Zuckerberg, per la mancata rimozione di contenuti criminali come minacce e negazioni del genocidio ebraico. Lo rivela il sito del settimanale Der Spiegel precisando che l’indagine viene condotta dalla Procura di Monaco tra gli altri contro la direttrice operativa della rete sociale americana, Sheryl Sandberg, e il «capo-lobbysta» per l’Europa, Richard Allan.